Non ci sono eventi per i prossimi giorni
 

Fantasmi per voce e viola

 Registrazioni chiuse
 
0
hallowein-a-spazio5-web_jvlastnews_thumb
Categoria
Eventi
Data
31 Ottobre 2015 21:00

Sabato 31 ottobre, dalle 21.00 a Spazio5 Fantasmi per voce e viola una  lettura musicata di alcuni racconti brevi di Luca Ricci, contenuti nel libro Fantasmi dell’aldiquà (La scuola di Pitagora, Napoli 2014). L’autore stesso legge le proprie pagine accompagnato alla viola da Riccardo Savinelli, in un reading che non è semplice lettura di brani in prosa, bensì vera e propria esperienza performativa, uno spettacolo con un percorso drammaturgico conchiuso, che si snoda attraverso racconti al contempo autosufficienti e interconnessi. Le musiche originali sono di Giorgio Bottiglioni e Riccardo Savinelli.

Immaginatevi un plastico che riproduca le case delle nostre città senza il tetto, in modo da poter vedere cosa succede al loro interno. È un po’ quello che fa Luca Ricci nelle sue short stories – ormai da anni e con un consenso sempre crescente. Ricci getta uno sguardo all’interno delle abitazioni (a volte compare un giardino, altre volte una terrazza, ma non ci si spinge mai oltre, nel mondo), per osservare “quel gruppo insolito eppure comunissimo denominato famiglia”.

Ecco allora prendere corpo sul palco lo “spettacolo della famiglia” (espressione che parrebbe un ossimoro, anzi lo è pienamente), cioè di noi stessi alle prese con mariti, mogli, figli, parenti e amanti, ovvero con gli elementi elementari che costituiscono il nostro côté affettivo – spesso la nostra disperazione –, in quell’infinita tragedia che, forse con un ironico eufemismo, siamo soliti chiamare “il nostro quotidiano”.

Riccardo Savinelli si diploma in viola presso il Conservatorio Guido Cantelli di Novara. Si perfeziona presso l’Accademia Stauffer di Cremona con B. Giuranna. In seguito si trasferisce in Belgio e si laurea presso l’Università di Gent sotto la guida del virtuoso russo M. Kugel. Collabora con diverse orchestre e continua ad approfondire il repertorio cameristico e sinfonico perfezionandosi con musicisti quali S. Braconi, D. Waskiewicz e G. Karni. Dal 2004 ricopre il ruolo di prima viola dell’Orchestra Sinfonica di Roma, con la quale ha avuto la possibilità di approfondire il grande repertorio sinfonico, esibendosi anche in veste di solista come per il Don Quixote di Strauss e il Sesto concerto Brandeburghese di Bach.

Luca Ricci è nato a Pisa nel 1974 e vive a Roma. Ha scritto Il piede nel letto (Alacran 2005, Premio Cocito Montà d’Alba), L’amore e altre forme d’odio (Einaudi 2006, Premio Chiara), La persecuzione del rigorista (Einaudi 2008), Come scrivere un best seller in 57 giorni(Laterza 2009), Mabel dice sì (Einaudi 2012), Ferragosto addio! (Quanti Einaudi 2013), Fantasmi dell’aldiquà (La scuola di Pitagora 2014). Andrea Cortellessa nell’antologia La terra della prosa (L’Orma editore 2014) lo ha definito «il più consumato virtuoso della tecnica del racconto in Italia».

 
 

Altre date

  • 31 Ottobre 2015 21:00

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk